Articoli e riflessioni sulla pratica





CHI SIAMO E LE TRADIZIONI SEGUITE DAL CENTRO A BOLOGNA

Namaskar  a.s.d. è un un’associazione culturale e sportiva dilettantistica senza fini di lucro per lo studio e la pratica a Bologna delle discipline tradizionali orientali per il benessere e lo sviluppo psico-fisico della persona, inclusi:

 - vari stili di Yoga : lo yoga dinamico come l’Ashtanga yoga ed il vinyasa krama, l’Hatha Yoga classico delle 84 asana, lo yoga Tibetano, lo Yoga Zen, lo yoga di Shaolin, lo yoga in coppia.

- lo Yoga rigenerativo e lo yoga per la gravidanza.
- il Tai chi chuan (Tai ji) stile Yang e stile Li, nelle forme a mani nude e con spada, sciabola, bastone e ventaglio.


- il chi Kung (Qi Gong) di Shaolin.

- il Kung Fu per bambini/ragazzi.

- la meditazione e il pranayama, il kriya yoga, il mantra yoga.

-il Pilates e la ginnastica posturale.

-i Riti Tibetani.

-il rilassamento e lo stretching dolce.

La promozione di queste discipline avviene attraverso corsi, conferenze, ritiri, workshops e seminari di approfondimento, pratica e studio.

Il gruppo di lavoro è costituito da insegnanti di Yoga, Tai ji, Qi Gong, meditazione di varie tradizioni, diplomati Coni-Uisp, Coni-Acsi, Istituto Yoga Patrian, Federazione Italiana Yoga, Yoga Alliance, membri delle rispettive associazioni insegnanti  (YANI, UISP  Area discipline orientali) con esperienza quasi trentennale nelle varie discipline insegnate, che  affiancano ad una pratica personale quotidiana pluriennale lo studio dei testi classici tradizionali: gli Yoga Shastra sanscriti che spaziano dal III° sec a.C. al XVII°sec.d.C. (Yogasutra di Patanjali, Yogayajnavalkya, Gorakhsa Paddhati, Yoga Vishaya di Matsyendranatha, Kechari Vidya, Goraksha Shataka, Hatha Yoga Pradipika, Shiva Samhita, Gheranda Samhita, Hatharatnavali, Jogapradipyaka, Yuktabhavadeva e le varie Yoga Upanishad), dei testi classici cinesi taoisti e buddhisti (il segreto del fiore d’oro, i classici del Tai chi, il trattato sul lavaggio del midollo e sull’allungamento dei tendini e i vari trattati sull’alchimia del soffio) e del buddismo Tantrico Tibetano (i Sei Yoga di Naropa e di Niguma, lo Yoga sestuplice di Kalachakra, lo dzog chen e l’atiyoga di Padmasambhava).  Alcuni di questi preziosi documenti sono stati tradotti in italiano per la prima volta dagli insegnanti del centro e sono disponibili tramite dispense e seminari di studio monografici, riservati ai soci.


Per passione abbiamo deciso di costituire Namaskar, allo scopo di diffondere queste preziose tradizioni nel modo più vicino possibile alle loro origini e con i contributi dei soci contiamo di:

- poter invitare Maestri qualificati da India, Tibet e Cina, permettendo a tutti di attingere direttamente ai loro insegnamenti,
-permettere agli insegnanti di formarsi presso questo Maestri al fine di  condividerne poi gli insegnamenti e le pratiche coi soci,  
- acquisire testi originali e importanti, difficilmente reperibili altrove, da condividere tra i soci tramite la biblioteca sociale,
- tradurre i testi classici che sono i fondamenti della pratica, tramite dispense riservate ai soci.


Il nostro centro vuole anche essere un laboratorio di pratiche esperienziali basate sulla tradizione dei testi classici dello Yoga, del Tai chi  (Taiji), del Kung Fu e del Chi Kung (Qi Gong), delle pratiche dei Tantra tibetani (vajrayana e Dzogchen) e delle varie tecniche di meditazione ( shamatha, Vipashyana, dzogchen, Mindfulness, Zen).


Inoltre Yoga, Meditazione, Pilates, Tai Ji, Qi Gong sono anche delle discipline naturali che molti medici raccomandano di praticare in ottica di salute e prevenzione e sono considerate particolarmente efficaci a fronte di disturbi legati a stress, ansia e depressione, attacchi di panico, artrite, mal di schiena e mal di collo,  disturbi gastrointestinali, mal di testa, insonnia, legamenti e muscolatura rigida o lassa.


Il centro organizza periodicamente conferenze e lezioni dimostrative gratuite (ad esempio a gennaio “Yoga Porte Aperte” promosso a livello nazionale dalla YANI Associazione Nazionale Insegnanti Yoga, ad aprile la “Giornata mondiale del Tai Ji e del Qi Gong”, a giugno l’International Yoga Day promosso dall’ONU, a settembre “Yoga month”, etc.).


I week-end sono dedicati ai seminari intensivi di approfondimento sui testi classici e sulle loro pratiche.






YOGIN DI 150-200 ANNI DI ETA' GIA' CITATI NEL MILIONE DI MARCO POLO

Anche nel 1300 i legami tra yoga, longevità ed alchimia colpirono i primi occidentali che entrarono in contatto con l'India. Ne parla lo stesso Marco Polo nel milione :
"E v’à uomini regolati che vivono piú ch’altra gente, e vivono bene 150 anni o ’nfino 200 anni, e tutti sono dediti a servire i loro dei; e tutto questo è per la grande austerità ch’e’ fanno. E questi uomini regolati si chiamano gi(o)gin. È mangiano sempre buone vivande, cioè, lo piú, riso e latte; e questi  pigliano ogne mese uno cotale beveraggio: che tòlgoro argen(t)o vivo e solfo, e míschiallo insieme coll’acqua e béollo; e dicono che questo tiene sano e ’lunga gioventudine, e tutti quelli che l’usano vivono piú delli altri."




Dove nasce l'haThaYoga? Dobbiamo rivedere le nostre concezioni sulle origini dello yoga ?
Fino a poco tempo fa tutti gli accademici pensavano fosse sorto nell'ambito della setta natha di Gorakshanatha (uno degli 84 mahasiddha del buddhismo tibetano) dello shivaismo tantrico; il testo amrtasiddhi (il potere miracoloso del nettare dell'immortalità ) ha fatto propendere molti studiosi che invece sia stato originato in ambito si tantrico ma buddhista.
Da tempo si era notato che l'analisi della stessa terminologia usata negli stessi yogasutra e'radicalmente diversa da quella dell'induismo e del samkhya ed e' invece di matrice Buddhista...https://sanskritreadingroom.wordpress.com/2017/10/13/ha%e1%b9%adhayogas-tantric-buddhist-source-text/